Domanda:
Collegamento del LED blu (3,3 V)
Bartosz
2012-12-17 15:29:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Recentemente ho iniziato a fare collegamenti diodi di base (diodi rossi e verdi). Ho anche diodi blu, ma c'è una cosa che mi ha impedito di collegarli già, vale a dire: le specifiche dicono che sono 3,3V.

Mentre calcolo il valore del resistore, sto facendo semplice: 3.3V - ULed / 2mA per ottenere il valore della resistenza necessario per disegnare 2mA di default.

Ma se si dice che la tensione diretta del diodo blu è uguale alla tensione di alimentazione dei miei pin GPIO, come funzionerebbero allora le cose? L'RPI sarà semplicemente "incapace" di accendere il led? E se lo farà (e il diodo andrà bene con una tensione inferiore), come dovrei calcolare il valore del resistore?

** NOTA: *** Un argomento confuso forse ... una [domanda più recente] (https://raspberrypi.stackexchange.com/questions/88252/do-i-need-a-resistor-for-a-3v3 -led # comment140469_88252) è stato contrassegnato come duplicato di questa domanda. Tuttavia, leggendo queste domande, mi sembra che le risposte omettano un fatto fondamentale: *** sono disponibili *** LED 3.3v, e *** non necessitano di un resistore esterno per funzionare. Anche questa domanda è stata [posta e risposta nel forum SE EE] (https://electronics.stackexchange.com/questions/151858/leds-with-built-in-resistors). @ikku
Tre risposte:
#1
+5
ikku
2012-12-17 17:48:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La caduta di tensione diretta di 3,3 V di cui parli è specificata a una certa corrente diretta. Questo è solo un punto su una curva di caduta di tensione diretta / corrente diretta. Nella scheda tecnica del LED dovresti avere anche la curva totale. È possibile utilizzare questa curva per selezionare un punto diverso per una diversa tensione / corrente di caduta, questo implica che non si utilizzerà il LED al massimo della luminosità. Un buon esempio di come farlo può essere trovato qui.

Grazie molto! sorprendentemente, stavo cercando qualcosa come lo scambio di stack "elettronica" (come avevo previsto che potrebbe essere un posto migliore per cercare una risposta), ma solo a piè di pagina qui, quindi non l'ho trovato.
#2
+4
John La Rooy
2012-12-17 18:13:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi collegare l'anodo del LED al + 5v e tirare il catodo a GND con il pin GPIO. Questo ti dà 850 ohm per 2mA. Anche 820 ohm dovrebbe funzionare bene.

 + 5V | >> 820 ohm> | | V LED - | | GPIO 
Sì, funzionerebbe se non volessi controllarli (non l'ho detto nella mia domanda).
@Bartosz, Puoi controllarlo. Quando il GPIO è basso, il LED sarà acceso. Quando il GPIO è alto (3,3 V), il LED avrà solo 1,7 V, quindi non si accenderà.
Oh dannazione, ti va di elaborare "tirare il catodo a GND con il pin GPIO"? Il diagramma potrebbe anche essere carino :)
Grazie, avevo bisogno di aggiornare un po 'la mia conoscenza sulla potenziale differenza, penso che mi mancasse una parte abbastanza grande del quadro generale :)
Sarei cauto nel collegare una tensione su + v del chip a un GPIO, sebbene la soglia del led non dovrebbe consentire alcuna corrente in logica alta a + 5V. Investire in alcuni transistor sarebbe più pulito, come in http://blog.jacobean.net/?p=158
Sembra che tu stia suggerendo di utilizzare un pin GPIO per commutare un carico a 5 volt ... è corretto?
@Seamus, affinché qualsiasi corrente significativa fluisca attraverso il LED BLU, l'anodo deve essere 3,3 V sopra il catodo. Se l'anodo è 5 V e il catodo è 3,3 V, c'è solo 1,7 V, quindi praticamente non fluirà corrente. La situazione sarà diversa con un LED ROSSO, poiché la differenza è di circa 1,8 V perché possa condurre, il che è troppo vicino per il comfort.
@JohnLaRooy: Mi dispiace, ma mi manca il tuo punto. Stai sostenendo la commutazione di un carico + 5V con un pin GPIO? Se è così, pls [leggi questo] (http://www.mosaic-industries.com/embedded-systems/microcontroller-projects/raspberry-pi/gpio-pin-electrical-specifications), nota in particolare questo passaggio: "* ... ma non hanno lo scopo di proteggere dall'applicazione di tensioni superiori alla tensione di alimentazione ... * "
@Seamus. Il 5V non è collegato al pin. Se si misura la tensione sul pin, sarà 0 V quando il LED è acceso e 3,3 V quando il LED è spento. La caduta di tensione attraverso il LED è di 3,3 V. Puoi vederlo senza un raspberry pi, basta usare un jumper per spostare quella giunzione tra 0V e 3V3. Più importante qui è assicurarsi che la corrente sia limitata a un paio di mA dal resistore.
@JohnLaRooy: Si prega di leggere questo: [La connessione di un GPIO a una tensione superiore a 3,3 V probabilmente distruggerà il blocco GPIO all'interno del SoC] (https://github.com/raspberrypi/documentation/tree/master/hardware/raspberrypi/gpio) . Non sono chiaro perché pensi sia importante limitare la corrente a 2 mA. AFAIK, non c'è niente nella documentazione "ufficiale" sulla limitazione di corrente quando il GPIO è OFF.
@JohnLaRooy: Informazioni aggiuntive che possono essere utili: Forse puoi vedere il problema più chiaramente visualizzando il [circuito equivalente di un pin GPIO] (http://www.mosaic-industries.com/embedded-systems/microcontroller-projects/raspberry- pi / gpio-pin-specifiche-elettriche). Quando il pin GPIO è spento (non conduce corrente), stai effettivamente collegando 5V al binario 3.3V attraverso un diodo - NON BUONO. Più semplicemente, se immagini che il GPIO fosse un interruttore di contatto, vedrai 5V sul terminale dell'interruttore. Perché? Chiedi a Kirchoff: ha scritto la legge :)
@Seamus. Il LED ha una caduta in avanti di 3,3 V - vedere la domanda. 5 V - 3,3 V non supera la tensione per il pin.
@Seamus. Inoltre il GPIO non è "spento" - non è un interruttore. Genererà corrente o assorbirà corrente.
@JohnLaRooy: Ti sbagli John, e non aiuterai nessuno con cattivi consigli. ** Non utilizzare un pin GPIO per commutare un carico collegato a 5 V **. Anche se non lo capisci, la "documentazione ufficiale" di RPi dice che non dovresti farlo. Se dubiti di ciò che sto dicendo, se dubiti della documentazione di RPi, consulta qualcuno che conosci e che è esperto in questo settore. Non è questo il luogo per una tale discussione, quindi lasciamolo cadere.
@Seamus. Ti ho dato un modo semplice per sperimentare e verificare che la tensione all'IO non sia mai superiore a 3V3 al GPIO senza rischiare il tuo lampone PI. Forse smetti di arrabbiarti e provaci?
@JohnLaRooy: Oh non sono per niente arrabbiato - semplicemente non capisco perché non considererai qualcosa in bianco e nero da parte delle persone che producono l'hardware. Ma di nuovo, questo non è il posto giusto, quindi smettiamola, eh?
@Seamus, non ho mai suggerito di collegare 5V al PIN. Ti ho suggerito un semplice esperimento da verificare. che alcune persone semplicemente non vogliono imparare.
#3
+1
Seamus
2018-08-18 21:57:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'OP ha posto 3 domande:

  1. Ma se si dice che la tensione diretta del diodo blu è la stessa della tensione di alimentazione dei miei pin GPIO, come funzionerebbero le cose?

Ciò significa che il produttore ha integrato un resistore con il LED. Questo ti solleva dal dover dimensionare il resistore da solo e inserire un altro componente nel circuito. Il produttore ha scelto il valore corretto del resistore per collegare il LED attraverso un'alimentazione 3.3v (pin RPi GPIO per esempio).

  1. L'RPI sarà semplicemente "incapace" di accendere il led? E se lo farà (e il diodo andrà benissimo con una tensione più bassa),

L'RPi sarà in grado di accendere il LED da qualsiasi uscita 3.3v. Se riduci la tensione al di sotto di 3,3 V, il LED si accenderà comunque quando viene applicata questa tensione inferiore a un punto . Ad un certo punto, se la tensione è sufficientemente bassa, il LED non si accenderà più perché la corrente diretta è troppo bassa o l'alimentatore non ha polarizzato direttamente il LED.

  1. come devo calcolare il valore del resistore?

Anche in questo caso, fintanto che il LED ha un resistore integrato (che sarà il caso quando il LED è specificato come "LED 3.3v"), allora non è necessario calcola o aggiungi un altro resistore al tuo circuito.

Infine, dovresti sempre consultare la scheda tecnica pubblicata dal produttore del dispositivo come "autorità ultima" in queste materie. Le schede tecniche sono disponibili online da una varietà di fonti. Il sito web di Mouser è quello che utilizzo; elencano un gran numero di LED 3.3v nel loro catalogo.

TWIMC: Ti interessa approfondire il voto negativo? Se mi sono perso qualcosa, mi piacerebbe impararlo.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...