Domanda:
Abilitazione di SSH su RPi senza schermo - sequenze di tasti per raspi-config?
Lemmy
2013-01-11 17:17:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non ho uno schermo per il mio Raspberry Pi. Voglio entrare in SSH, ma ottengo Connessione rifiutata, quindi presumo che SSH non sia abilitato.

Come consigliato in altre domande, ho esaminato l'abilitazione dello script boot_enable_ssh.rc sulla scheda sd. Tuttavia non ho una directory di avvio nel mio sistema operativo (o non è visibile tramite il lettore di schede nel mio iMac) - 2012-12-16-wheezy-raspbian.img.

Ho anche provato inviando i seguenti comandi tramite una tastiera USB:

  pi [invio] raspberry [invio] sudo /etc/init.d/ssh start [invio] raspberry [invio]  

Ma questo non ha funzionato. Ora in alcuni documenti vedo che raspi-config è la prima cosa che arriva su un RPi appena avviato. Qualcuno potrebbe dirmi le sequenze di tasti per abilitare SSH tramite raspi-config per favore? O se sono sulla strada sbagliata, per favore avvisa. Grazie.

EDIT: Nel tentativo di seguire questo consiglio https: / /raspberrypi.stackexchange.com/a/1706/4373 Non vedo una directory ecc durante il montaggio della scheda SD sul mio iMac. Se eseguo ls dal terminale ottengo solo quanto segue:

  bootcode.bin fixup.dat kernel.img start.elfcmdline.txt fixup_cd.dat kernel_cutdown.img start_cd.elfconfig.txt problema. txt kernel_emergency.img  

Ho rovinato l'immagine della scheda SD?

Collegare uno schermo temporaneamente non è un'opzione?
Ciao Adam, non ho un cavo per questo.
Non ho il mio RPi nella mia posizione attuale, ma come ricordo, la prima volta che avvii Raspian Wheezy mostra una finestra di dialogo di installazione (`sudo raspi-config`) dove puoi abilitare SSH. Per vederlo, forse potresti seguire i passaggi mostrati in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=nXvODj6YpAE? So che è un approccio un po 'primitivo, ma ho pensato di menzionarlo :)
Dieci risposte:
#1
+127
Yahor
2016-12-08 03:02:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tutto ciò di cui hai bisogno è mettere un file vuoto chiamato 'ssh' nella partizione di avvio (FAT) della tua scheda SD (non c'è bisogno di montare ext3). Testato con 2016-11-25-raspbian-jessie-lite.img.

Fonte: https://www.raspberrypi.org/documentation/remote-access/ssh/

Ulteriori informazioni sull'aggiornamento della sicurezza del 16 novembre: https://www.raspberrypi.org/blog/a-security-update-for-raspbian-pixel/

Questa dovrebbe essere la risposta accettata a partire dal dicembre '16. Ma per favore sostituisci il link (che comunque non spiega la configurazione headless) con il rispettivo post del blog https://www.raspberrypi.org/blog/a-security-update-for-raspbian-pixel/
La partizione di avvio è quella con un file `start.elf`. Il post del blog collegato mi ha confuso chiamandolo directory `/ boot /`
Sono d'accordo che questa dovrebbe ora essere la risposta accettata.
funziona, testato con - 2017-04-10-raspbian-jessie
Posso confermare che funziona con 2019-04-08-raspbian-stretch
Confermato con 2019-07-10-raspbian-buster.
Risposta perfetta!
#2
+22
M Noit
2013-01-11 18:02:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

ssh è installato ma non avviato per impostazione predefinita sul runlevel 2, l'impostazione predefinita per raspbian.
Rinomina /etc/rc2.d/ssh/K??ssh in / ecc /rc2.d/ssh/S02ssh


La scheda SD viene fornita con 2 partizioni. Il primo è vfat; il secondo è ext3. Hai bisogno di qualche utility per accedervi da macosx.

1 ° risultato google per ext2 macosx:
http://blog.applegrew.com/2011/12/access-ext3ext2-file- system-on-mac-osx-lion-10-7 /

Controlla anche /var/log/auth.log

AGGIORNAMENTO 2016
La distribuzione predefinita di raspberry è ora raspbian jessie e utilizza systemd invece di sysvinit . La riga di comando ora è systemctl enable ssh.socket (sebbene ssh dovrebbe essere abilitato per impostazione predefinita).

Nota: ho ancora /etc/rc2.d/ssh / S02ssh e /var/log/auth.log dopo l'aggiornamento da wheezy a jessie; può o non può essere il caso di una nuova installazione di jessie.

Grazie, con l'aiuto di quel collegamento ora posso vedere la partizione. Tuttavia, non ho una cartella ssh in rc2.d. Ho un file S02ssh (sembra un collegamento) nella radice di rc2.d.
ON, il file S02ssh è un collegamento a init.d / ssh, quindi presumo che SSH sia già abilitato?
K significa uccidere; S significa inizio. i file init.d sono originati con "stop" o "start" come argomento a seconda del nome del file. Nella mia immagine del 16 dicembre IIRC era K.
OK, ci sono adesso - stavo cercando di connettermi all'indirizzo IP sbagliato. L'RPi non veniva visualizzato dal terminale Mac ma potevo vederlo dalla configurazione del mio router. pagina. Quindi contrassegnerò questa risposta come corretta in quanto mi ha aiutato a indicarmi la soluzione e sarà utile ad altri utenti Mac che guardano le loro schede SD. Come problema secondario sembrerebbe che l'attuale distribuzione abbia SSH abilitato per impostazione predefinita.
@MNoit Non ho trovato nessuno dei file che hai menzionato; sto usando buildroot raspberrypi_defconfig !!!
-1
Non riesco a vedere tutti i file di cui stai parlando, proprio come @Lemmy nella sua domanda. Troverò boot.rc e la directory / etc / e tutto il resto se vedo la seconda partizione (ext3?). E il comando da riga di comando `systemctl enable ssh.socket` ... posso eseguirlo senza schermo e senza connessione ssh (che devo abilitare prima ...)
#3
+15
nortally
2013-06-22 22:26:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho avuto gli stessi problemi utilizzando l'immagine sibilante.

L ' obiettivo è quello di avviare il Pi in modo da potervi accedere tramite ssh da un altro sistema, senza dover mai collegare un monitor e una tastiera.

Il problema è che mentre il servizio SSH è abilitato, come notato sopra, non è stato ancora configurato, quindi non puoi connetterti anche se la rete è in esecuzione. Ecco le attività per farlo funzionare:

  1. Metti l'immagine sulla scheda SD. (Coperto altrove.)

  2. Assicurati di poter determinare l'indirizzo TCP / IP una volta avviato il tuo Pi.

    suggerimento: Guarda il tuo router per vedere quali indirizzi sono stati assegnati.

  3. Assicurati che ssh venga eseguito e consenta le connessioni . Ecco come l'ho fatto:

    a. Montare la seconda partizione della scheda SD, quella grande con la directory ecc .

    b. Crea un file etc / SSHFLAG

    c. Inserisci il codice seguente in etc / rc.local appena sopra la riga exit 0 .

      if [-e / etc / SSHFLAG] ; quindi /usr/sbin/update-rc.d -f ssh defaults / bin / rm / etc / SSHFLAG / sbin / shutdown -r nowfi  

    L'idea è che quando il tuo Pi si avvia, il file SSHFLAG lo attiva per riconfigurare ssh (rigenerando le chiavi e avviando il servizio), rimuove il file flag in modo che avvenga solo una volta e riavvia il sistema. Ha funzionato per me, YMMV

Bella soluzione al problema.
Dopodiché, ho dovuto aggiungere `/etc/init.d/ssh start` nel file` / etc / rc.local`, in modo che il servizio SSH venga avviato.
Iván: Non sono sicuro del motivo per cui la mia soluzione non è riuscita per te. Molto probabilmente le spiegazioni sono a) errore di battitura o b) modifiche al pacchetto rpi ssh. Probabilmente non vale la pena eseguire il debug. La tua soluzione potrebbe non funzionare se il servizio ssh non è stato ancora configurato (cioè, se le chiavi non sono state generate).
Ho avuto esattamente la stessa esperienza di Ivan. ssh start ha funzionato.
#4
+7
Dan
2017-01-31 11:54:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per la configurazione headless, SSH può essere abilitato inserendo un file denominato "ssh", senza alcuna estensione, nella partizione di avvio della scheda SD.

Non "può essere", ma deve esserlo e da novembre 2016. La domanda è di gennaio 2013.
#5
+3
kolontsov
2013-01-14 15:10:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dalla mia esperienza di ieri: 2012-12-16-wheezy-raspbian.img (suggerito come "distribuzione ufficiale") ha SSH abilitato per impostazione predefinita. Scaricalo da http://www.raspberrypi.org/downloads

Non devi modificare nulla sulla scheda o avviare raspi-config in "modalità cieca".

Assicurati solo di utilizzare un indirizzo IP corretto. Usa l'interfaccia web DHCP del tuo router per ottenere l'IP dalla tabella; usa il cavo, non il WiFi; assicurati che la scheda SD sia OK (puoi provare un'altra scheda SD); assicurati che il filesystem della scheda SD sia OK (prova a scrivere di nuovo l'immagine e non dimenticare di "espellere" la scheda correttamente).

Mentre il succo è vero, i dettagli non lo sono. `ssh` non è abilitato per impostazione predefinita. Invece è abilitato `rigenerate_ssh_host_keys`, che quindi abiliterà` ssh` dopo aver generato le chiavi dell'host e disabiliterà se stesso. Ovviamente l'effetto netto è lo stesso.
#6
+2
Jonathan Lee
2017-01-05 15:39:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono arrivato a questa pagina tramite Google dopo non aver utilizzato Pi per un paio di mesi. Dopo il recente aggiornamento, ssh è disabilitato per impostazione predefinita.

A beneficio di chiunque esegua un'installazione pulita senza testa di Jessie:

pi

raspberry

sudo nano / boot / ssh

test [o qualsiasi altro testo]

[premere ctrl-x]

y

sudo shutdown -r now

Fatto! Tutto il meglio.

Ricorda di cambiare la password e disabilitare l'utente "pi" tramite ssh.

Perché qualcuno dovrebbe farlo quando "/ boot / ssh" può essere creato utilizzando lo stesso computer che hai usato per eseguire il flashing della scheda SD? Inoltre, se disabiliti l'utente predefinito, come effettui il login?
#7
+2
CoderX
2017-05-20 00:17:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Solo per aggiornare, esiste un metodo molto più semplice per farlo.

A partire dalla versione di novembre 2016, Raspbian ha il server SSH disabilitato per impostazione predefinita. > Dovrai abilitarlo manualmente. Questo viene fatto utilizzando raspi-config:

Immettere sudo raspi-config nel terminale, selezionare prima Opzioni di interfaccia, quindi >navigate su ssh, premere Invio e selezionare Abilita o disabilita server ssh.

Per la configurazione headless, SSH può essere abilitato posizionando un file denominato "ssh", senza alcuna >extension, nella partizione di avvio della scheda SD.

Sorgente

#8
+1
Mickaël Le Baillif
2013-01-11 22:49:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai più partizioni sulla tua scheda SD e i file che vedi dal tuo Mac sono quelli della partizione che è montata come / boot / sul Raspberry.

Dovresti avere un'altra partizione sulla scheda SD che memorizzerebbe la partizione root (nota anche come / ), con tutte le cose di / etc / ... al suo interno. Assicurati di abilitare il supporto del filesystem EXT3 sul tuo Mac per renderlo disponibile su Mac OS X.

#9
+1
Tiwenty
2013-01-12 13:29:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Altrimenti ho appena messo questo file nella mia partizione di avvio e SSH si è avviato automaticamente. Collegamento a boot_enable_ssh.rc

In effetti, ho appena trovato una modifica Debian per RPi in rete che aveva SSH abilitato per impostazione predefinita. Ho controllato la partizione di avvio e ho trovato questo file!

tib20 ha la risposta per abilitare SSH se l'hai perso. Rilascia semplicemente il file che ha collegato direttamente nella partizione di avvio e funziona magnificamente! Grazie per questo. Avevo perso il mio SSH dopo aver cambiato il nome host sul pi.
#10
+1
Bruno Bronosky
2013-09-10 07:57:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sentito molti problemi "Impossibile trovarlo sulla rete". Suggerisco di eseguirlo per trovare tutte le macchine con la porta ssh aperta.

  nmap 192.168.0.1/24 -p 22 # cambia la parte 192.168.0.1 in modo che corrisponda alle prime 3 ottetti del tuo indirizzo IP # come visto tramite: ifconfig  

Questo è stato molto importante per me in quanto non ho la password di amministratore per il router a cui mi connetto. Ora, dirò che anche una volta identificato l'indirizzo ip del mio raspberry pi, non riesco ancora a connettermi anche se nmap dice che la porta era aperta. Ricevo immediatamente un messaggio di ...

  Connessione chiusa da 192.168.0.116  

Non l'ho ancora capito.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...